M5S MAZARA : APPROVATA MODIFICA REGOLAMENTO CIMITERIALE

mazara cimitero

Gli attivisti del meetup di Mazara del Vallo, sono felici di annunciare che nel corso del Consiglio comunale svoltosi nella giornata di ieri, è stata approvata la modifica del regolamento cimiteriale proposta dal portavoce al consiglio comunale del Movimento 5 Stelle Nicolò La Grutta, risultato raggiunto con il voto unanime del consesso cittadino.

La proposta è partita del meetup mazarese mesi addietro, quando su indicazione dei cittadini che parteciparono ai meetup venne redatta e depositata un’apposita proposta di modifica al regolamento cimiteriale.

In sintesi si chiedeva di non essere vincolati per le lapidi all’uso del bronzo, che, a causa delle condizioni climatiche mazaresi, si ossidavano in pochi mesi, costringendo i cittadini a sostituire (nuovamente e obbligatoriamente in bronzo) gli ornamenti e le lettere in presenti sulla lapide.

Grazie alle modifiche apportate, è ora possibile utilizzare la porcellana color bronzo e incidere il marmo, il quale, comunque, deve essere di colore uniforme, questi accorgimenti, consentiranno sia di utilizzare materiali più duraturi, sia di poter spendere cifre inferiori per le lapidi.

Gli operatori del settore, infatti, hanno sottoscritto un documento (allegato alla proposta di modifica) in cui si descrivono i benefici di questa proposta.

Dopo aver ricevuto i pareri favorevoli dei dirigenti, la proposta è giunta in commissione statutaria pochi giorni fa, e dopo le opportune verifiche del caso, interpellando anche gli operatori del settore, ha ottenuto l’esitazione del parere favorevole da parte dei propri componenti.

Grazie al nuovo regolamento cimiteriale, i cittadini avranno la possibilità di risparmiare ed avere reso un lavoro artigianale di pregio (incidere il marmo comporta maestria e non è come attaccare lettere preconfezionate).

Consapevoli del fatto che ci sono tanti problemi riguardanti il cimitero, crediamo che un piccolo grande passo sia stato compiuto in favore della cittadinanza.

 

Gli attivisti del meetup di Mazara del Vallo

Lascia un commento