Chiediamo a gran voce la raccolta differenziata porta a porta in tutta la città!

Già da diverso tempo viviamo in una città sommersa dai rifiuti e da ciò che ne consegue in termini di salubrità dell’aria, insetti, ratti e così via.

Gli immensi disagi che la nostra città, il territorio provinciale e la nostra regione vivono, scaturiscono dalla saturazione delle discariche, ormai colme di rifiuti e quindi dalla riduzione della capacità di conferimento nelle stesse, in un sistema ormai al tracollo e totalmente fallimentare della gestione dei rifiuti.

Una risoluzione europea indica chiaramente che entro il 2020 dovranno chiudersi sia le discariche che gli inceneritori, e  assistiamo ancora nel 2016, allo scarico di responsabilità di una classe politica che non considera la “raccolta differenziata” la via maestra da seguire, ma discute di  termovalorizzazione dei rifiuti nella nostra terra. Da tempo si è compreso che gli obiettivi di una società lungimirante e rispettosa dell’ambiente, delle risorse e delle generazioni future non può fondarsi su questo paradigma errato.

Bisogna prendere coscienza che l’ipotesi di termovalorizzare e bruciare i rifiuti è figlia di una logica ormai superata e deleteria per tutti.

“Le condizioni igienico-sanitarie delle strade mazaresi – dichiara il portavoce in consiglio comunale Nicolò La Grutta –  sono letteralmente inenarrabili! Non si perda ulteriore tempo. L’amministrazione deve immediatamente attivarsi per effettuare in tutta la città la raccolta differenziata porta a porta, al fine di rendere Mazara indipendente dalle criticità inerenti il conferimento dei rifiuti indifferenziati in discarica.”

Bisogna mettere in campo sistemi per azzerare i rifiuti, riutilizzare, riusare e riciclare tutto, introdurre una “tariffa puntuale” (chi più inquina o produce rifiuti più paga), e organizzare la raccolta porta a porta con la tracciabilità dei sacchetti.

Solo così avremo città pulite, periferie pulite, falde acquifere al sicuro e l’indipendenza da discariche e da inceneritori mantenendo l’aria e l’ambiente puliti e salubri.

L’unica via possibile da seguire – dichiara il portavoce all’ARS Sergio Tancredi – è quella di applicare la strategia rifiuti zero”.

Il nostro augurio è che nelle istituzioni  si lavori affinché si possano creare le migliori condizioni possibili atte a semplificare la vita dei cittadini e non a complicarla ulteriormente.

Cordiali saluti
Mazara 8 Luglio 2016

Gli attivisti del meetup di Mazara del Vallo

Lascia un commento