M5S MAZARA : FITTI PASSIVI – AFFITTO LOCALI UFFICI GIUDICE DI PACE

Nicolò La Grutta

Consigliere Comunale

MoVimento 5 stelle

 

 

Ill. Sindaco Città di Mazara del Vallo

Ill. Presidente del Consiglio Città di Mazara del Vallo

 

INTERROGAZIONE risposta scritta

Fitti passivi – Affitto locali uffici giudice di pace

 

Con la presente interrogazione,

il sottoscritto Nicolò La Grutta, Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle,

in virtù dell’art. 25 del vigente “regolamento sui lavori del consiglio comunale”,

 

PREMESSO

 

che è certamente interesse comune ottimizzare la spesa pubblica ed evitare ogni spreco di denaro pubblico;

 

CONSIDERATO

 

che già in passato si era provveduto a sollecitare l’A.C. a prendere in considerazione l’opportunità di applicare la cosiddetta “Norma sugli affitti d’oro” per la riduzione dei costi sugli affitti passivi a carico del Comune di Mazara del Vallo;

 

CONSIDERATO

il D.L. n. 120 del 15 ottobre 2013, coordinato con la Legge di conversione n. 137 del 13 dicembre 2013.

 

CONSIDERATO

 

che in virtù della suddetta norma, entrata in vigore dal 24 giugno 2014, si permetteva ai comuni, nell’ambito della propria autonomia, di comunicare entro il 31 luglio 2014 il preavviso di recesso dei contratti di locazione in corso o la rinegoziazione degli stessi, anche in deroga ad eventuali clausole difformi previste dal contratto;

 

RILEVATO

 

che, da un’analisi delle locazioni passive in corso, risulterebbero ancora in essere alcuni fitti passivi, di immobili, che però, avrebbero perso l’originaria funzione e motivazione in virtù della quale si era proceduto a contrarre il relativo contratto di locazione;

 

RILEVATA

 

la pubblicazione sul sito internet del comune di Mazara del Vallo delle seguenti Determine:

 

  • D. del 2° settore n. 137 del 10.06.2015, avente ad oggetto “Assunzione impegni di spesa per il pagamento dei fitti passivi e relativi oneri fino al 31/07/ 2015 esercizio provvisorio.”, in cui si determina:

 

 

“Di impegnare la somma complessiva di € 63.718,21, presumibilmente occorrente fino al 31/07/2015

per il pagamento dei fitti dei beni immobili per l’esercizio 2015, adibiti ad uffici comunali, nonché

delle altre spese accessorie, da imputare ai riferimenti contabili come da elenco allegato, dando atto

che non può essere rispettato il disposto dell’art. 163, comma 3 del D. lgs. n. 267/2000, nonché

dell’art. 4 comma 3 e 7 del vigente Regolamento di Contabilità, in quanto trattasi di spesa a carattere

continuativo necessarie a garantire il livello quali-quantitativo dei servizi esistenti.”;

 

 

  • D. del 2° settore n. 247 del 19.11.2015, avente ad oggetto “Assunzione impegni di spesa per il pagamento dei fitti passivi e relativi oneri fino al 31/12/ 2015.”, in cui si determina:

 

“Di impegnare la somma complessiva di € 23.730,55, presumibilmente occorrente fino al 31/12/2015

per il pagamento dei fitti dei beni immobili per l’esercizio 2015, adibiti ad uffici comunali, nonché

delle altre spese accessorie, da imputare ai riferimenti contabili come da elenco allegato, in quanto

trattasi di spesa a carattere continuativo necessarie a garantire il livello quali-quantitativo dei servizi

esistenti.”;

 

RILEVATO

 

che fra i riferimenti contabili nelle determine di cui sopra sono presenti impegni di spesa relativi a     “fitti passivi e spese condominiali”  rispettivamente di:

 

  • € 600,00 al capitolo 1945/55 fino al 31/07/2015 – Ufficio Giudice di Pace ;

 

  • € 15.416,02 al capitolo 1955/10 fino al 31/07/2015 – Ufficio Giudice di Pace ;

 

  • € 15.416,02 al capitolo 1955/10 fino al 31/12/2015 – Ufficio Giudice di Pace ;

 

CONSIDERATO

 

che Mazara del Vallo già da tempo non è più sede di Uffici di Giudice di Pace e pertanto non si comprende la ragione per cui non si è proceduto a valutare la possibilità di recedere dal relativo contratto di locazione;

 

tutto ciò premesso e considerato,

 

C H I E D E

 

alla S.V. se ritiene, nell’ottica di un risparmio della spesa pubblica, predisporre ogni atto utile e necessario al fine di:

 

  1. adoperarsi per una ricognizione e valutazione di tutti i fitti passivi in essere a carico del bilancio comunale;
  2. valutare i costi/benefici dei fitti passivi di cui sopra;
  3. valutare l’opportunità di recedere dai contratti di locazione di quegli immobili non più adibiti ed utilizzati dal comune quali sedi per espletare servizi di utilità pubblica.

 

Chiedo che mi venga data risposta scritta in ossequio alle tempistiche previste dal vigente regolamento del consiglio comunale senza alcuna omissione.

Mazara del Vallo

16 Dicembre 2015

GLI ATTIVISTI DEL M5S MEETUP DI MAZARA DEL VALLO

Lascia un commento