INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE NICOLÒ LA GRUTTA RIGUARDO ALLA FUNZIONALITÀ DEL DEPURATORE COMUNALE, ALLE CONDIZIONI DELLE ACQUE DEPURATE

depuratore1

Guarda anche l’intervista su TeleIBS: http://www.youtube.com/watch?v=_pIgvXzrZCE

(12 Luglio 2014) In riferimento ai fatti accaduti nei giorni scorsi, che hanno visto impegnata la Capitaneria di porto di Mazara del Vallo in una attività di verifica riguardo le cause di uno sversamento di non bene identificate sostanze e liquami anomali sia in mare, che nel fiume Mazaro ed anche sulla spiaggia di San Vito, il portavoce consigliere Nicolò La Grutta, a nome del Movimento 5 stelle – Meetup di Mazara, ha presentato un interrogazione con risposta urgente, chiedendo chiarimenti riguardo alla funzionalità del depuratore comunale, alle condizioni delle acque depurate nel Comune di Mazara Del Vallo, alle disfunzioni rilevate nei giorni scorsi rispetto agli scarichi in mare, considerando che la salute pubblica è uno dei pilastri costituzionali di questa nazione.

Nel dettaglio nell’interrogazione si chiede di far sapere notizie a tutti i cittadini rispetto ai seguenti punti:

1)     se sono state già verificate le condizioni delle acque depurate attraverso il depuratore comunale e se è intenzione di codesta Amministrazione rendere pubblici i documenti inerenti tale verifica;

2)     se (nel caso ancora non si è proceduto a verifica) non si ritenga opportuno verificare le condizioni delle acque depurate dal depuratore comunale attraverso le analisi di caratterizzazione del refluo effluente dall’impianto;

3)     l’idoneità dell’impianto a garantire il raggiungimento/mantenimento di un buono stato di qualità delle acque superficiali, così come previsto dall’allegato 5 alla Direttiva 2000/60/CEE del Parlamento Europeo, e conseguentemente a mantenere la propria capacità autodepurativa;

4)     La verifica degli scarichi che allo stato dovrebbero essere stati occlusi e i cui reflui dovrebbero essere già stati deviati verso l’impianto di depurazione.      ”

“La salvaguardia della salute pubblica e la qualità dell’ambiente sono di rilevante importanza, non solo per noi, ma anche e soprattutto per le generazioni future .- dichiara il portavoce La Grutta – Abbiamo ricevuto una terra ricca di sole, mare, acqua, e risorse naturali invidiabili: E’ dovere di tutti preservare questo dono di cui probabilmente ancora non tutti abbiamo ben compreso il grandissimo valore. Auspichiamo che chi di competenza verifichi e provveda ”.

Gli attivisti del MoVimento 5 stelle di Mazara del Vallo

INTERROGAZIONE (RISPOSTA SCRITTA URGENTE)

N. 3 – Chiarimenti riguardo alla funzionalità del depuratore comunale, alle condizioni delle acque depurate nel Comune di Mazara Del Vallo, alle disfunzioni rilevate nei giorni scorsi rispetto agli scarichi in mare

DESTINATARI

Al Presidente del Consiglio, Al Sindaco della citta di Mazara; all’Assessore comunale competente per delega;

PREMESSO che il depuratore Comunale è in attività dal 13 marzo 2014, giorno in cui fu inaugurato, e che si è già richiesto attraverso una interrogazione all’Ars (primo firmatario Sergio Tancredi) di verificare le reali condizioni delle “acque depurate” dallo stesso.

CONSIDERATO che le autorizzazioni allo scarico sono rilasciate su istanza del Legale Rappresentante del gestore del Servizio Idrico Integrato (S.I.I.) se lo stesso risulta già operativo (avvenuta presa in carico delle reti e degli impianti), oppure del Legale Rappresentante del Comune se il gestore non risulta operativo;

CONSIDERATO che l’autorizzazione allo scarico è finalizzata ad accertare l’idoneità del corpo recettore ad assorbire il carico inquinante prodotto dai cicli di depurazione mantenendo la propria capacità autodepurativa e nel contempo a raggiungere un buono stato delle acque superficiali così come previsto dall’allegato 5 alla Direttiva 2000/60/CEE del Parlamento Europeo;

CONSIDERATO che il provvedimento autorizzativo, da non intendersi come autorizzazione all’esercizio dell’impianto di depurazione, è diretto a rendere vincolanti i limiti di accettabilità individuati nello stesso e, conseguentemente, nei casi in cui la qualità dell’effluente scaricato nel corpo ricettore non sia conforme ai limiti autorizzati, il gestore dell’impianto sarà soggetto alle sanzioni di cui al titolo V, della parte III del D.Lgs. 152/06;

RILEVATO che presupposto essenziale per il rilascio dell’autorizzazione allo scarico delle acque reflue è che l’impianto sia stato ultimato e collaudato secondo le previsioni di P.A.R.F. e sia agibile per lo svolgimento dei controlli;

RILEVATO che è ammesso, il rilascio dell’autorizzazione allo scarico anche sulla base del progetto da realizzarsi(adeguamento e/o potenziamento di impianto esistente, oppure realizzazione di nuovo impianto), al fine di definire gli obiettivi di qualità di cui deve tenere conto il progetto;

RILEVATE nei giorni scorsi diverse anomalie degli scarichi a mare e nel fiume Mazaro probabilmente addebitabili ad un mal funzionamento della rete fognaria (si allega dvd contenente foto e clip video);

CONSIDERATO che accertarsi del corretto funzionamento dell’impianto fognario e di depurazione, è doveroso nei confronti dei cittadini in primis, ed è necessario nel rispetto della salute pubblica e dell’ambiente

PER CONOSCERE:

1)     se sono state già verificate le condizioni delle acque depurate attraverso il depuratore comunale e se è intenzione di codesta Amministrazione rendere pubblici i documenti inerenti tale verifica;

2)     se (nel caso ancora non si è proceduto a verifica) non si ritenga opportuno verificare le condizioni delle acque depurate dal depuratore comunale attraverso le analisi di caratterizzazione del refluo effluente dall’impianto;

3)     l’idoneità dell’impianto a garantire il raggiungimento/ mantenimento di un buono stato di qualità delle acque superficiali, così come previsto dall’allegato 5 alla Direttiva 2000/60/CEE del Parlamento Europeo, e conseguentemente a mantenere la propria capacità autodepurativa;

4)     La verifica degli scarichi che allo stato dovrebbero essere stati occlusi e i cui reflui dovrebbero essere già stati deviati verso l’impianto di depurazione.

(L’ INTERROGANTE CHIEDE RISPOSTA SCRITTA CON URGENZA)

Mazara del Vallo

FIRMA

NICOLO’ LA GRUTTA (M5S)

 

Lascia un commento