LUNGOMARE SAN VITO – DATI ARPA SU PRESENZA OLTRE IL LIMITI CONSENTITI DI OSTREOPSIS OVATA

Nicolò La Grutta
Consigliere comunale
Movimento 5 Stelle

Ill. Sindaco Città di Mazara del Vallo
Ill. Presidente del Consiglio Città di Mazara del Vallo
E p.c. Ill. Comandante della Capitaneria di Porto di Mazara

INTERROGAZIONE risposta scritta urgente
«LUNGOMARE SAN VITO – DATI ARPA SU PRESENZA OLTRE IL LIMITI CONSENTITI DI OSTREOPSIS OVATA»

Con la presente interrogazione,
il sottoscritto Nicolò La Grutta, Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle,
in virtù dell’art. 25 del vigente «Regolamento sui lavori del consiglio comunale

PREMESSO che
sul sito internet dell’Arpa sono pubblicati i dati relativi alla presenza oltre i limiti di Ostreopsis ovata, poiché la stessa viene monitorata in quanto si tratta di una alga la cui fioritura può causare per l’uomo un’intossicazione i cui sintomi indirizzano verso un meccanismo irritativo aspecifico sulle mucose respiratorie e congiuntivali, con conseguente irritazione congiuntivale, rinorrea (raffreddore), difficoltà respiratorie (tosse, respiro sibilante, broncospasmo con moderata dispnea) e febbre;

CONSIDERATO che
il limite indicato dal D.M. 30/03/2010 per la densità di Ostreopsis ovata è di 10.000 cell/L;

RILEVATO che
dal monitoraggio effettuato dall’Arpa si evince che nello spazio acqueo antistante il numero civico 127 del Lungomare San Vito la concentrazione dell’ Ostreopsis ovata è pari a 27.820 cell/L nel periodo 16-31 Luglio 2016, e poi nel periodo 1-15 Agosto 2016 è pari a 17.654 cell/L;

CONSIDERATO che
i dati di cui sopra sono consultabili all’indirizzo http://www.arpa.sicilia.it/wp-content/uploads/2016/07/TRAPANIostreopsisSITO2016-1.pdf ;

CONSIDERATO che
a seguito di sopralluogo effettuato sul posto in data 20 Agosto 2016 non risultava allocato alcun cartello che vietasse la balneazione nella zona dove è stato effettuato il monitoraggio;

TUTTO CIO’ PREMESSO E CONSIDERATO,

INTERROGA

la S.V. per sapere
1) Le motivazioni per cui non è stato apposto ad oggi alcun cartello che vieti la balneazione nella zona in cui si è registrata la presenza oltre i limiti consentiti dell’ Ostreopsis ovata;
2) quali azioni intende intraprendere al fine di tutelare la salute pubblica.

L’interrogante chiede risposta scritta urgente.
Con l’occasione porgo distinti saluti.

Mazara del Vallo 21 Agosto 2016

Lascia un commento