PIANTA ORGANICA SRR. IL M5S CHIEDE CHIARIMENTI

Non se ne può più!
Da decenni assistiamo al susseguirsi di azioni assolutamente discutibili in ogni ambito e settore, da parte della politica. In più occasioni è mancata la chiarezza nell’ affrontare problematiche inerenti il buon funzionamento dei servizi pubblici.
Da tempo abbiamo visto le disfunzioni causate dalla pessima gestione del comparto della raccolta dei rifiuti.Il sistema degli Ambiti Territoriali Ottimali si è rivelato fallimentare, e quando si è deciso nel 2010 con la legge regionale n. 9 di rimodulare il sistema di gestione dei rifiuti, prevedendo il passaggio alle SRR, si sono stabiliti dei requisiti per il personale al fine di tutelare i livelli occupazionali del comparto.
Nonostante le estenuanti vicissitudini vissute in tutti questi anni anche dai dipendenti dei vari ATO, ancora una volta si assiste alla consueta poca chiarezza riservata ai lavoratori del comparto da parte del governo regionale.
Infatti, in data 2 Maggio è stata emanata la Delibera di Giunta n.166, inerente la “Dotazione organica della Società di regolamentazione del servizio di gestione dei rifiuti (S.R.R.) Trapani Provincia Sud- Parere”.
Purtroppo, dal contenuto della suddetta Delibera, si evince che è data di fatto possibilità alle S.R.R., di discostarsi da quanto previsto dalla legge regionale n.9 dell’Aprile 2010 e dall’Accordo Quadro dell’Agosto 2013 per quanto attiene il passaggio del personale dagli Ato alle SRR.

Nella delibera in questione, infatti, viene esposto quanto segue:
“Considerato che il fabbisogno di personale complessivo non può coincidere, quindi con la dotazione organica della SRR nell’ipotesi in cui vi siano servizi affidati a terzi;
Considerato che il personale destinato a gestire i servizi esternalizzati è da ritenersi un mero elenco da cui attingere in relazione al fabbisogno da parte delle ditte aggiudicatrici dei medesimi servizi;
considerato che i numeri indicati nelle dotazioni organiche, approvate dalle SRR di cui trattasi, pare facciano riferimento ad un fabbisogno di organico che non può essere acquisito ed assorbito direttamente dalla SRR, ma che dovrà anche essere utilizzato, ai sensi della vigente normativa, dalle società che gestiranno l’appalto di tali servizi….omissis”.

Alla delibera di giunta seguirà il relativo decreto da parte dell’assessore all’energia e ai beni di pubblica utilità.
Il portavoce del M5S Sergio Tancredi, al fine di sciogliere ogni dubbio rispetto alla volontà di agire del governo regionale, ha inoltrato una interrogazione per ricevere i chiarimenti del caso.
“E’ doveroso, – dichiara Tancredi – dare prospettive certe ai lavoratori nel rispetto della normativa vigente in materia.”

A seguire il testo dell’interrogazione:

INTERROGAZIONE

 (RISPOSTA SCRITTA URGENTE)

Chiarimenti in merito a quanto disposto dalla Delibera di Giunta n. 166 del 2 Maggio 2016

DESTINATARI

AL PRESIDENTE DELLA REGIONE;  ALL’ASSESSORE DELL’ENERGIA E DEI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA’;

PREMESSO CHE:

In data 2 Maggio è stata emanata la Delibera di Giunta n.166, inerente la “Dotazione organica della Società di regolamentazione del servizio di gestione dei rifiuti (S.R.R.) Trapani Provincia Sud- Parere;

CONSIDERATO: 

che dal contenuto della suddetta Delibera si evince che è data di fatto possibilità alle S.R.R., di discostarsi da quanto previsto dall’art.19 comma 7 della l.r., n.9 dell’Aprile 2010, e dall’Accordo Quadro dell’Agosto 2013;

VISTO: 

che l’art. 19 comma 7 cita testualmente: « Sulla base dei criteri concertati fra l’amministrazione regionale, le associazioni di rappresentanza degli enti locali e le organizzazioni sindacali, le S.R.R. integrano le previsioni di cui al comma 6 individuando il rimanente personale fra i dipendenti già in servizio al 31 dicembre 2009 presso: a) le società d’ambito; b) i consorzi d’ambito; c) le società utilizzate per la gestione del servizio ed al cui capitale sociale partecipino gli enti locali o le società o i consorzi d’ambito per una percentuale non inferiore al novanta per cento. Per i dipendenti già inquadrati nei profili operativi destinati al servizio di gestione integrata dei rifiuti, l’assunzione ha luogo, in ogni S.R.R., previa risoluzione del precedente rapporto di lavoro, a parità di condizioni giuridiche ed economiche applicate a tale data e per mansioni coerenti al profilo di inquadramento, con espresso divieto di adibizione a mansioni superiori. I rimanenti dipendenti sono inquadrati, previa risoluzione del precedente rapporto di lavoro, assicurando che, in ogni singola S.R.R., il rapporto fra profili operativi destinati al servizio di gestione integrata dei rifiuti e rimanenti profili professionali non sia inferiore al novanta per cento. L’assunzione e/o gli inquadramenti hanno luogo a condizione che l’originario rapporto di lavoro dipendente o le progressioni di carriera siano stati costituiti o realizzate nel rispetto della normativa di riferimento, ed in particolare, dell’articolo 45 della legge regionale 8 febbraio 2007, n. 2, e dell’articolo 61 della legge regionale 14 maggio 2009, n. 6, o in forza di pronuncia giurisdizionale che abbia acquisito efficacia di cosa giudicata o a seguito di conciliazione giudiziale o extragiudiziale purché sottoscritta entro il 31 dicembre 2009 »;

CONSIDERATO:

 che giorno 6 Agosto 2013, presso l’Assessorato dell’Energia e dei Beni di Pubblica Utilità, si è svolto un incontro con le OO.SS.  inerente la firma dell’Accordo Quadro regionale per il passaggio del personale dagli ATO alle SRR; 

PER CONOSCERE:

 se non ritengano opportuno spiegare i motivi che hanno portato alla Delibera di Giunta n. 166 del 2 Maggio 2016.

Suddetta Delibera non solo calpesta il dettato della l.r. n.9 dell’Aprile 2010, ma bypassa l’Accordo Quadro dell 6 Agosto 2013 con il quale si raggiungeva di concerto con le organizzazioni sindacali, l’accordo per il passaggio del personale ATO alle SRR.

E’ doveroso da parte nostra, salvaguardare il diritto al lavoro dei dipendenti dei vari ATO, che in base alla Delibera rischiano di perdere lo stesso, nonostante l’Accordo Quadro firmato nell’Agosto 2013 alla presenza delle varie OO. SS.

(GLI INTERROGANTI CHIEDONO RISPOSTA SCRITTA URGENTE)

Palermo 18  Maggio 2016

FIRMATARI:

TANCREDI SERGIO (M5S)

CANCELLERI GIOVANNI CARLO
CIANCIO GIANNINA
CAPPELLO FRANCESCO
PALMERI VALENTINA
ZAFARANA VALENTINA
CIACCIO GIORGIO
MANGIACAVALLO MATTEO
FERRERI VANESSA
SIRAGUSA SALVATORE
FOTI ANGELA
LA ROCCA CLAUDIA
TRIZZINO GIAMPIERO
ZITO STEFANO

Lascia un commento