Trasparenza e adozione del requisito dello stato di disoccupazione per le nomine degli scrutatori per le elezioni del 25 maggio 2014

RR

Il candidato Portavoce Sindaco Leo Falco e tutti gli attivisti del Meetup di Mazara: “ Per fare gli scrutatori si scelgano solo i disoccupati”.

Leo Falco, candidato portavoce sindaco del MoVimento 5 Stelle di Mazara, e tutti gli attivisti del Meetup di Mazara del Vallo chiedono di riservare ai disoccupati i posti di scrutatore nelle prossime elezioni, che si svolgeranno il 25 maggio 2014.

E’ giusto e più che doveroso – dichiara Leo Falco – in un momento delicato e critico come quello che stiamo vivendo, riservare questa su pur piccola opportunità di lavoro ai disoccupati. La perdita e la mancanza di lavoro e di reddito sono le cose più angosciose e avvilenti che possono accadere nella vita di una persona. Ed attualmente lo stato di bisogno è più che palese”.

Indignati e memori delle dichiarazioni, fatte diversi mesi fa in Consiglio comunale da alcuni consiglieri, da cui si evinceva il come vennero nominati alle ultime elezioni i 200 scrutatori per i 50 seggi elettorali mazaresi, ricordiamo che la pratica adottata in quella circostanza dall’Amministrazione comunale mazarese guidata dal primo cittadino Nicola Cristaldi e dalla Commissione elettorale comunale, in tempo di campagna elettorale ed in questo periodi di crisi e di mancanza di lavoro, ci sembra del tutto inopportuna.

Attualmente infatti la norma che disciplina la scelta delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale (art. 6, legge n. 95/1989, e successive modifiche  L. 270/2005, art. 9, comma 4 e poi dalla legge 22/2006, art. 3 – quinquies) consente che la Commissione elettorale comunale (composta da consiglieri di maggioranza e di opposizione e dal Sindaco o da un suo delegato) possa nominare direttamente gli scrutatori fra i nominativi che rientrano nell’albo comunale.

Sottolineando il fatto che è possibile, tuttavia, derogare alla norma e che centinaia di comuni italiani lo hanno fatto, utilizzando il metodo del sorteggio,

Noi del MoVimento 5 stelle chiediamo

all’Amministrazione comunale ed alla Commissione elettorale comunale in particolare, che è composta da quattro membri (tre consiglieri votati dall’Assise stessa ed il Sindaco od un suo delegato) di non ripetere questa pratica avvilente, chiediamo di evitare logiche di “spartizione” tipiche da manuale ‘Cencelli’ di democristiana memoria – in base al quale ciascuno si accaparrava il potere e distribuiva incarichi e nomine agli amici degli amici in base al peso politico.

Pertanto, avanziamo all’Amministrazione comunale la richiesta di non utilizzare, per la selezione degli scrutatori per le elezioni amministrative ed europee del 25 maggio, le logiche messe in atto in passato, ma di utilizzare in aggiunta a quelli previsti per Legge un parametro che riteniamo rilevantissimo, ovvero lo stato di disoccupazione.

Di seguito il testo completo della richiesta inviata e protocollata al Comune di Mazara:

Premesso che l’attuale crisi economica ed occupazionale ha investito in modo drammatico anche il territorio ed i cittadini Mazaresi, le istituzioni locali dovrebbero rivolgere nei confronti delle categorie disagiate tutte le attenzioni possibili per scongiurare, ove possibile, notevoli sofferenze di natura economica e sociale.
Il Comune di Mazara del Vallo, in occasione delle elezioni amministrative ed europee del 25 maggio 2014, dovrà avvalersi della collaborazione degli scrutatori di seggio, individuati ai sensi della Legge 8 marzo 1989, n. 95, e successive modifiche L. 270/2005, art. 9, comma 4 e poi dalla legge 22/2006, art. 3 – quinquies.
Tale normativa offre ampia discrezionalità nella formazione delle graduatorie tra i cittadini che hanno espresso la loro disponibilità ad entrare nell’apposito albo.
Pertanto, il MoVimento 5 Stelle di Mazara del Vallo chiede che per le prossime elezioni, stante la drammatica situazione sociale, il Comune di Mazara del Vallo adotti come requisito ulteriore per la nomina degli scrutatori la condizione di disoccupazione, oltre a quelli previsti dalla legislazione vigente.
Per realizzare questa semplice proposta, che va solo ed esclusivamente in direzione dei cittadini mazaresi in difficoltà, il Comune potrebbe pubblicare un avviso con il quale si invitano gli iscritti all’albo degli scrutatori a produrre autocertificazione relativa al proprio stato di disoccupazione.
Il Comune di Mazara del Vallo effettuerà i controlli sullo stato di disoccupazione incrociando i dati con quelli del Centro per l’impiego.

Se il numero degli scrutatori dichiaratosi disoccupato sarà superiore a quello necessario per i seggi elettorali, l’Amministrazione preferirà nell’ordine i soggetti che versano nello stato di disoccupazione da maggior tempo.
In tale direzione è stato già presentato all’A.R.S. un DDL, con l’On.le Valentina Palmeri prima firmataria, con il quale si intende estendere tale ordine di preferenza a tutti i comuni della Sicilia.

Mazara li 02/APR/2014

Gli attivisti del MoVimento 5 stelle di Mazara del Vallo

 

Lascia un commento